Blog-Articoli

Mangi più di me ma io ingrasso e te no: perchè?

Mangi più di me ma io ingrasso e te no: perchè? La risposta è nel profilo metabolicoUna ricerca del National Institute of Health e dell’Università di Pisa ha dimostrato che non esiste una dieta adatta a tutti ma è necessaria una DIETA PERSONALIZZATA IN BASE AL PROFILO METABOLICO di ciascuno di noi è questo il motivo per cui due persone possono non reagire alla stessa maniera dopo aver consumato il medesimo pasto. Lo studio conferma che vi sono soggetti più propensi a ossidare i grassi ed altri più inclini a fare lo stesso con i carboidrati. Questi ultimi guadagnano più peso nel tempo perchè non consumano tutti i grassi ingeriti con la dieta ma li immagazzinano nel corpo come tessuto adiposo. Il parametro è condizionato dalla GENETICA, dagli ormoni, dalla dieta e dallo stile di vita. Sapere se rientriamo in una tipologia o nell’altra può aiutarci a scoprire se siamo più o meno a rischio di guadagnare peso.Presso l’AMBULATORIO DI NUTRIZIONE E NUTRIGENETICA è possibile effettuare il test genetico di predisposizione sul metabolismo ed elaborare piani alimentari altamente personalizzati.Contattami al 3478724688 oppure scrivi una mail a nutrizionistafrancobardini@gmail.com

Intolleranza al Lattosio

Perché preferire il TEST GENETICO per l’intolleranza al lattosio al BREATH TEST.
L’intolleranza primaria al lattosio, ossia non quella dovuta a patologie pre esistenti o ad
alterazioni della flora intestinale, è riconducibile a due differenti polimorfismi genetici, un
polimorfismo T>C nella posizione -13910 e un polimorfismo A>G in posizione -22018, nella
regione regolatrice del gene della lattasi (gene LTC). Quando presenti in entrambe le copie del
gene tali polimorfismi possono portare a una ridotta espressione dell’enzima e quindi a una
carenza di lattasi. Questa carenza di lattasi fa sì che con il passare degli anni il lattosio sia
digerito sempre meno.
Il TEST GENETICO è una tecnica non invasiva e può essere eseguito anche sui bambini più
piccoli; il prelievo si esegue in pochi minuti con un tampone buccale, assicurarsi però di avere
la bocca pulita da almeno 1 ora.
Al contrario il BREATH TEST valuta la concentrazione di idrogeno nell’aria espirata dopo un
carico di lattosio. Il test presenta alcuni limiti diagnostici e pratici: i tempi di esecuzione sono
un po’ lunghi; dopo un digiuno di almeno 8 ore, il paziente deve bere una soluzione di lattosio
(20-50 g), sciolto in acqua, per poi soffiare in un palloncino, ogni 30 minuti per 6-7 volte.
Il BREATH TEST può dare origine a falsi negativi, dovuti a cambiamenti e alterazioni della
flora intestinale, che incidono sulla produzione di idrogeno.
Presso il nostro ambulatorio è possibile effettuare il TEST GENETICO per l’intolleranza al
lattosio.